More titles to consider

Shopping Cart

itemsitem

Synopsis

Tutti la ricordiamo come la ragazza di periferia del tormentone "minchia, Sabbri". O come l'arrapatissima intervistatrice di Mai dire gol. O come la pestifera letterina-caccolina di Quelli che il calcio. Ma Luciana Littizzetto è anche una "single un po' frollata", alle prese con uomini incerti, inconcludenti, con l'eterno calzino bianco e la foglia di insalata appiccicata sui denti. Una condizione già abbastanza grottesca che, per di più, si scontra con un mondo ancora troppo maschilista, con una moda fatta su misura per il corpo di Naomi Campbell (e solo per il suo), con le perenni autoflagellazioni per ottenere impercettibili vittorie nella battaglia contro i propri inestetismi. Una donna, insomma, tragicamente e comicamente contemporanea. Questo libro ne raccoglie gli sfoghi: brevi, sapidi, irresistibilmente comici. E dimostra che non è vero che le donne non fanno ridere. Eccome se lo fanno. Soprattutto se hanno l'acume di ergere se stesse a esempio delle ridicolaggini umane.

People who read this also enjoyed

Get a 1 year subscription
for / issue

You can read this item using any of the following Kobo apps and devices:

  • DESKTOP
  • eREADERS
  • TABLETS
  • IOS
  • ANDROID
  • BLACKBERRY
  • WINDOWS