More titles to consider

Shopping Cart

itemsitem

Synopsis

Come si passa da reietto, sconfitto, corpo estraneo in un Paese bigotto, vaticano, a re d'Italia, ben oltre la sfera musicale? Quanto rimane del giovanotto incerto e convinto, che doveva guardarsi le spalle ad ogni uscita, che accumulava ferite e cicatrici che ancora bruciano, a protagonista, figura ieratica che fa scattare l'appaluso, la standing ovation a qualsiasi epifania? Pochi ci sono riusciti, Renato Zero più e meglio di tutti. Oggi è patrimonio nazionale, nessuno più lo contesta, lo discute, lo giudica. I prezzi da pagare, però, ci sono stati, e sono stati cari. Una lotta estrema, eterna, col proprio doppio, fra istrione e uomo; la simbiosi col pubblico, maer di facce senza volto che risucchia nei suoi gorghi di pretese e alienazione; la ricerca, quasi, di una crisi definitiva, risolutiva; il ritorno al successo e a un se stesso nel frattempo mutato. Fino al trionfo definitivo dell'artista che ancora non smette di cercarsi, e che oggi deve temere, di se stesso, solo le certezze acquisite, il rispetto esagerato, la sudditanza perfino patologica nei suoi confronti. Una Favola appassionante e inquietante, che non finisce mai, e che andava raccontata nei suoi riferimenti artistici, letterari, filosofici, metafisici, esoterici...

You can read this item using any of the following Kobo apps and devices:

  • DESKTOP
  • eREADERS
  • TABLETS
  • IOS
  • ANDROID
  • WINDOWS