More titles to consider

Shopping Cart

You're getting the VIP treatment!

With the purchase of Kobo VIP Membership, you're getting 10% off and 2x Kobo Super Points on eligible items.

itemsitem
See your RECOMMENDATIONS

Synopsis

La storia di Berek Jakubowicz (ora Benjamin Jacobs), uno studente ebreo di odontoiatria che nel 1941 fu deportato dal suo villaggio polacco e trascorse cinque anni nei campi di sterminio nazisti, tra cui Buchenwald, Dora-Mittelbau, e per quasi due anni Auschwitz. Ad Auschwitz, dove entrò in contatto con il famigerato Josef Mengele e assistette alla morte di suo padre, Jakubowicz riuscì a sopravvivere grazie alle sue seppur limitate capacità professionali. Gli fu consentito di esercitare una pratica dentistica primitiva sui detenuti e sugli ufficiali delle SS, così come fu obbligato ad estrarre i denti d’oro dai cadaveri dopo la gasazione. Nel maggio del 1945, con altri 15.000 detenuti, il protagonista partecipò alla marcia della morte verso la Baia di Lubecca, e fu coinvolto nel bombardamento del transatlantico ‘‘Cap Arcona’’ da parte della RAF, nel quale perirono circa 8.000 ebrei. Accolto con favore unanime dalla critica negli Stati Uniti alla sua comparsa, “Il dentista di Auschwitz” parla delle origini del male da una prospettiva unica.

Organi atrofizzati giacevano accatastati sul pavimento. Mi feci forza per affrontare il corpo di un uomo di mezza età. I suoi occhi socchiusi mi fissavano, come ad accusarmi del delitto che stavo per compiere. Come cercai di divaricare la sua bocca, sentii la sua gelida pelle. Quando finalmente forzai per aprire, le mascelle si ruppero, e questo mi spaventò. Ogni successivo movimento dentro quella bocca aperta produsse un suono stridente. Immaginai che fosse il suo modo di dire ‘‘no!’’. Mi sentivo come se la morte insorgesse fino a fermarmi. Ogni pezzo d’oro che estrassi mi fece pensare a come loro, i morti, dovessero rimanere scioccati. A volte dovetti fingere, parlare con me stesso, che quello che stavo facendo era normale. Gli strumenti che usavo per quel triste compito li tenevo in una scatola rossa. Perché avessi dipinto la scatola in quel modo, non saprei dirlo. La maggior parte dei detenuti che mi vedevano camminare verso l’obitorio con quella cassetta, sapevano cosa andavo a fare, e non lo ritenevano insolito. Mio padre e mio fratello, anche loro sapevano. Ora avevo abbastanza oro per i ponti degli uomini delle SS e per le capsule.

In modo semplice e schietto, Jacobs
rivela la brutalità implacabile e senza senso
dell’esistenza in un campo di concentramento,
e, infine, il miracolo della sopravvivenza.
BOOKLIST

Jacobs trasmette con ancora più forza l’orrore quotidiano
della vita del lager:
il freddo pungente,
la fame costante, l’odore di carne umana bruciata.
Peggio ancora, osserva l’autore,
Auschwitz era diventato un modo perverso di vivere
mentre cercava di sopravvivere.
PUBLISHERS WEEKLY

Ratings and Reviews

Overall rating

4.0 out of 5
(44)
5 Stars 4 Stars 3 Stars 2 Stars 1 Stars
16 15 11 2 0

Share your thoughts

You've already shared your review for this item. Thanks!

We are currently reviewing your submission. Thanks!

All Reviews

  • 0 person found this review helpful

    0 people found this review helpful

    0 of 0 people found this review helpful

    Was this helpful to you?

    Thanks for your feedback!

    Report as inappropriate

    Bello ma non speciale

    Storia autobo molto intensa su un argomento molto toccante sulla storia mondiale, l'autore, come lui stesso dice, é stato fortunato perchè grazie alla sua conoscenza in campo dentisico é sopravvissuto riuscendo a descrivere tutti i fatti e esperienze vissute negli innumerevoli campi di concentramento utilizzando frasi molto toccanti eppure il libro non si contraddistingue da altri di questo genere.

  • 0 person found this review helpful

    0 people found this review helpful

    0 of 0 people found this review helpful

    Was this helpful to you?

    Thanks for your feedback!

    Report as inappropriate

    Il dentista di Au

    Libro molto bello che descrive la barbarie nazista nei campi di concentramento

  • 0 person found this review helpful

    0 people found this review helpful

    0 of 0 people found this review helpful

    Was this helpful to you?

    Thanks for your feedback!

    Report as inappropriate

    Il dentista di Auschwitz

    Senza dubbio, tra tutti i libri letti su Auschwitz è uno fra i più belli. Toccante, coinvolgente, narra a volte di rapporti fra alcune SS ed il protagonista, incredibilmente curiosi ed inaspettati; racchiude anche un' emozionante storia di vero amore. A volte quel poco che sai fare, può salvarti la vita...

  • 0 person found this review helpful

    0 people found this review helpful

    0 of 0 people found this review helpful

    Was this helpful to you?

    Thanks for your feedback!

    Report as inappropriate

    Travolgente

    Se non avessi saputo che si trattava di una storia vera , avrei pensato ad un bellissimo racconto drammatico. Purtroppo il dramma vero consiste nella realtà di ciò che viene raccontato. Più avvincente e straziante di "Se questo è un uomo" merita una lettura senza interruzioni.

  • 0 person found this review helpful

    0 people found this review helpful

    0 of 0 people found this review helpful

    Was this helpful to you?

    Thanks for your feedback!

    Report as inappropriate

    Toccante

    Libro assolutamente da non perdere. scritto naturalmente con passione e sofferenza, è uno spaccato di quanto tristemente accaduto. Ci sembra sempre di aver letto di tutto, di sapere quanto possano avere sofferto le persone che hanno subito l'ignobile sterminio, ma non è mai abbastanza..

(44)

You can read this item using any of the following Kobo apps and devices:

  • DESKTOP
  • eREADERS
  • TABLETS
  • IOS
  • ANDROID
  • BLACKBERRY
  • WINDOWS